Luna Blu                 Bed & Breakfast

Montesilvano (Pescara)              
Français
English
Italiano
logo_logoblupiccoloweb
17/09/2013, 11:24



PESCARA


 Una moderna città dove ognuno può trovare quel che cerca: arte, cultura, shopping, movida notturna, mare e sport...



Pescara ha origini molto antiche, anche se il suo sviluppo è tutto concentrato nella seconda metà del secolo scorso.

Nella zona collinare a nord della città sono stati individuati reperti risalenti a seimila anni fa, nella zona a sud del fiume Pescara le prime tracce di un villaggio di pescatori risalgono a cinquemila anni fa.

I romani chiamarono il villaggio Vicus Aterni e, successivamente con il nome del fiume, Aternum.

All’epoca di Augusto conobbe un grande sviluppo e vide nascere molte costruzioni pubbliche e private. L’imperatore Tiberio potenziò il porto per gli scambi commerciali con l’oriente e per ragioni difensive.
La storia successiva è più oscura. Il fiume attorno all'anno 1000 prende il nome di Piscarius e il villaggio diventa Piscaria.
Una teoria più recente individua invece l’origine del nome Pescara dal termine greco pescos, dal pino marittimo di cui la zona era ricca.


Nel 1140 Pescara fu conquistata da Ruggero II, re di Napoli e per secoli vi si alternarono potenti feudatari, tra cui i D'Avalos d'Aquino, i Caldora, i Colonna. I Borboni rafforzano le difese della cittadina con una fortezza, una torre e un castello, ripetutamente oggetto di attacchi e saccheggi, di cui oggi resta solo l’edificio della caserma, sede del Museo delle Genti d'Abruzzo.

Nel 1707 passa agli austriaci ma già nel 1734 è nuovamente nelle mani dei Borboni, che si alterneranno ai francesi tra la fine del 1700 e l’inizio del 1800. Nel 1814 i carbonari insorgono contro Gioacchino Murat e assediano il carcere per liberare i detenuti. Viene firmata a Pescara la prima delle costituzioni italiane del risorgimento, ma la repressione borbonica sarà spietata. 

Con l’Unità d’Italia, la città cresce. Nel 1917 nasce l’aeroporto; gli anni successivi vedono Pescara diventare una importante località balneare con un’industria agli albori ed attività commerciali sempre più significative. Gabriele D’Annunzio chiede a Mussolini che Pescara diventi capoluogo di provincia e nella stessa direzione si muove il ministro Giacomo Acerbo. Il decreto arriva il 2 gennaio del 1927 e da allora la città avvia un percorso di sviluppo arrestato solo dai bombardamenti e dalle devastazioni della seconda guerra mondiale.
E’ intorno agli anni ’30 del Novecento però che la città prende il volto attuale, dominato dall’imponente architettura fascista del Palazzo del Governo, della sede delle Poste e dei Telegrafi e del Tempio della Conciliazione (oggi nuova Cattedrale).

(estratto da http://www.vacanza-abruzzo.it/citta/pescara.php )

link:  http://it.wikipedia.org/wiki/Pescara



1
B&B  Luna Blu - via Colle Portone, 42 - 65015 Montesilvano (Pescara)
Tel.: +39.328.8246092 /  mail: info@bblunablu.com